mercoledì 22 novembre 2006

Presentazione del sottoscritto e del blog

Qui sopra, Luigi Pirandello, disperato per la storpiatura
del titolo della sua commedia "Così è (se vi pare)"

Più d'uno leggerà questo primo (e conseguentemente storico) post del mio blog. Dunque, se sei "un Riccardo" puoi benissimo ignorare quanto segue, dato che mi conosci già abbastanza bene; se sei "una Tina", o un altro che conosco nei vari forum a cui sono iscritto, leggi pure, conoscerai un po' di notizie (sebbene inutili) in più sul mio conto.
Ma veniamo al dunque...
Il mio nome è Matteo, sono nato il 22 marzo dell'86 (il secolo non lo specifico per non dare troppe informazioni personali) a Messina, ma vivo in provincia, più precisamente a Spadafora, e ancor più segnatamente ad Arcipretato, una frazione che ho intenzione di guidare verso la libertà contro l'oppressione spadaforese. Ho già dalla mia parte ben 7 persone pronte a dare finanche la vita per l'ideale: potrebbe sembrarvi un numero esiguo, ma sappiate che rappresenta un buon 30% della popolazione; stiamo iniziando ad ammaestrare le zanzare, e i nostri servizi segreti, comandati dal valoroso ed intrepido generale "Don Peppino lo sparaballe", ci assicurano che Ahmadinejad (o "Amuninni i 'cca" come suole chiamarlo Don Peppino) stia tentando di stringere un'alleanza con noi. Se queste voci saranno confermate, rifletteremo sul da farsi: bisognerà eventualmente verificare se il suo tentativo di formare quest'asse Arcipretato-Teheran abbia sinceri propositi o se sia meramente finalizzato solo a spiare il nostro metodo di ammaestramento di zanzare intelligenti, per poi minacciare nuovamente l'America. Ma noi arcipretatesi non ci faremo di certo usare, a noi mica la si fa così facilmente...
Ho da poco terminato di scaldare le sedie di un istituto industriale, conseguendo così un immeritato pezzo di carta, volgarmente denominato "diploma", con una valutazione esorbitante e sproporzionata: 63/100! Dunque, sono divenuto a tutti gli effetti un perito elettrotecnico (che ho da poco compreso che non provoca problemi di aerofagia). Troppa grazia; non meritavo tanto. D'altra parte, con quasi tutti i professori ho sempre avuto un ottimo rapporto, spesso migliore rispetto a quelli stretti con i miei compagni; e inoltre, son convinto che alcuni insegnanti andassero d'accordo più con me che tra di essi. Da qui, probabilmente, la clemenza nei confronti del mio rifiuto allo studio.
Ciò nonostante, dopo un anno sabatico (quello in corso) nel quale tenterò di lavoricchiare e mettere qualche soldino da parte (per eventuali offerte spedire minimo 50 euri all'indirizzo che praticamente vi ho già dato), ho intenzione di iscrivermi all'università. Follia? Forse sì, forse no; in effetti, vi ho già parlato del mio "impegno" -se così si può definire- in ambito scolastico: ma se è vero che io sto allo studio come Den Harrow sta all'autocontrollo, se è vero che definirmi "non proprio un secchione" potrebbe farmi vincere il premio "Eufemismo del secolo", se è vero che io amo lo studio quanto Federica Fontana ama me, se è vero che finora lo studio ha rappresentato per me ciò che le pupe de "La pupa e il secchione" rappresentano per la cultura, è pur vero però che, pur non ritenendomi la dimostrazione vivente dell'esistenza di forme intelligenti sul nostro pianeta, non sono nemmeno un Luca Giurato qualsiasi, e poi, se un determinato argomento stuzzica il mio interesse, posso anche far la fatica di impegnarmi. Credo che, alla fine, propenderò per la facoltà di Lettere e Filosofia, anche se sono ancora indeciso sull'indirizzo. Ma d'altronde, che anno sabatico sarebbe se fossi già sicuro su tutto?
Mentre che ci sono, utilizzerò questo anno di irripetibile sfruttamento delle mie funzioni cerebrali per decidere dei miei gusti sessuali: chissà se da un giorno all'altro scoprirò di essere gay; sarebbe una sorpresa sconvolgente, per me che son convinto di essere un comunissimo ermafrodita.
Passiamo ai miei interessi: mi piace molto leggere, soprattutto quotidiani, libri riguardanti fascismo e mafia, romanzi pirandelliani e biografie di ogni tipo; mi diletto a scrivere, dalle poesie alle canzoni a quant'altro, purchè in maniera rigorosamente insensata e scevra di logica (si nota molto???); seguo qualsiasi tipo di sport, dal calcio al curling, senza tralasciare il sempre bistrattato badmington, pur non praticandone alcuno (almeno finché lavarsi i denti e muovere il mouse non diverranno discipline olimpiche a tutti gli effetti); vedo la tv, dalla più seria (come i documentari: quanto mi piace vedere gli insetti che si mangiano tra loro!) alla più divertente (South Park, Gialappa's band ed Emilio Fede in primis); navigo su internet, e, se non fosse per il provvidenziale mal di mare che mi affligge, rischierei di starci giornate intere; seguo la politica, sebbene sempre con meno interesse e più sfiducia ogni giorno che passa, non avverto l'esigenza di schierarmi, ma, se venissi obbligato a farlo, magari minacciato in modo vile con una trasmissione di Màrio De Filippi, messo alle strette, mi definirei di destra (ma, tengo a precisare, non di quella rappresentata in Italia).
Arrivato a questo punto, potrei anche insultarvi uno per uno, dato che nessuno di voi probabilmente sarà riuscito ad evitare, nel migliore dei casi, di abbandonarsi tra le braccia di Morfeo già ben prima di metà post. Invece, spinto da un inguaribile -ma al contempo eccessivo- ottimismo, ringrazio quanti hanno altruisticamente perso questo prezioso e irrecuperabile tempo della loro -seppur ancora molto lunga- vita per leggere le irrilevanti righe di cui sopra.
Vi invito inoltre, qualora lo vogliate, a seguire anche in futuro questo blog, nel quale parlerò un po' di me e molto di attualità, tra il serio e il faceto, prestando notevole attenzione agli avvenimenti più importanti del pianeta Terra, dello sport, della tv italiana e quant'altro possa essere di interesse per voi rappresentanti, più o meno degni, della categoria degli homo sapiens sapiens.
I commenti ai post (a questo in particolar modo), se educati ed opportuni, e possibilmente dotati di una sana dose di ironia (questo blog vuol essere sostanzialmente leggero), saranno più che ben accetti: misureranno il vostro gradimento del mio operato, incoraggiandomi a postare il più possibile. Vi chiedo di non usare un linguaggio offensivo o volgare e di non lasciare commenti razzisti o intolleranti, pena la cancellazione del commento in questione: questo blog è aperto a tutti.
L'obiettivo minimo è quello di inviare almeno un post la settimana; il prossimo aggiornamento avverrà molto probabilmente entro fine mese. Per questa scadenza, presumibilmente, tutte le persone di mia conoscenza saranno, a loro volta, a conoscenza (non mi scuso per la ripetizione) della creazione di questo blog.
Ciao a tutti e alla prossima.

AVVERTENZA:
IL SOTTOSCRITTO DECLINA OGNI RESPONSABILITA' CIRCA DANNI FISICI E/O PSICOLOGICI DERIVANTI DALLA LETTURA DEL BLOG.

10 commenti:

Tina ha detto...

Ciao Matteo simil-prodiNo, vedo che non ci sono ancora commenti alla tua presentazione: questo è gravissimo, provvedo subito sperando che altri mi imitino.

Mi ero fatta l'idea che tu fossi un tipetto un po' ribelle, molto ironico, un po' british. Tutto confermato dalla tua autobiografia.

Continua così: adooooro i ribelli, amo l'ironia e ammiro lo stile british.

Un consiglio per la facoltà: scegli qualche cosa che ti porti al giornalismo, credo che tu ne sia portato proprio per le tue caratteristiche personali. Dovrai però stare attento ad alcune, hem, imperfezioni che ho trovato nella tua presentazione.

Mi è piaciuta la leggerezza della stessa, hai mescolato un po' tutto, come piace a me, dalla letteratura, alla politica, alla TV trash.
Questa sì è cultura, non quella bacchettona di certi radical-chic che pensano che solo parlando di Fromm si possa avere il privilegio di far parte della selettiva crème intellettuale.

bravo, qualora tu lo voglia (tanto per citare te e magari anche Bonolis), continua così.

p.s. scusa, una curiosità: ma tu se ti dovessi definire saresti più un pupo o un secchione?

Matteo-86 ha detto...

Allora Tina:

1) Quali imperfezioni hai notato!?! Guarda che potrei morire sul colpo! L'unica cosa che mi ritengo capace di fare è scrivere! Se ti riferisci agli accenti sui vari perchè, affinchè, benchè... stai proprio a guardà il capello!

2) E' Bonolis che copia me

3) Secchione certo non posso definirmi (forse t'è sfuggita la parte autobiografica riguardante lo studio!), pupo peggio di peggio... Diciamo che rappresento la "terza via": sono l'ideale per le fanciulle che cercano un ragazzo nè intelligente nè macho.

4) Ancora non ho pubblicizzato molto il blog perchè devo migliorarlo. Vedrai che più in là ci saranno più commenti. Questo post è pressochè incommentabile (grazie per lo sforzo...)

Ciauz!!!

pecosapientus ha detto...

ciao Matteo.

Figurati se non sapevo come commentare!

Ho finto per accendere la curiosità dei ragazzi del forum.

P.s. Ti prego, almeno qui qualche sana parolaccia lasciacela dire!

pecosapientus ha detto...

Per rispondere alla questione di tina:

Un pupone.

(Cavolo come farò senza emoticon?!!!)

Matteo-86 ha detto...

Peco, hai finto?
Ma non ci crede nessuno!!!

Le parolacce puoi dirle tranquillamente, basta che non le scrivi...

Scherzi a parte, l'importante è che non siano gratuite ed immotivate.

Ciauz!!!

Sabry ha detto...

:) ciao
grazie per la visita su Fatti e Misfatti

Alby88 ha detto...

Ciao Mattè, complimenti per l'autorecensione, mi piace l'impostazione linguistica e lessicale(non sto scherzando)...aspettiamo l'aggiornamento! bye bye

a presto
Alberto

Matteo-86 ha detto...

Grazie Alby...

Mentre scrivo sto dando un'occhiata altuo: mi sa che prenderò quakche spunto!!! :)

A presto...

Ciauz!!!

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)